I ritmi stagionali e la nostra Energia

I ritmi stagionali e la nostra Energia

I ritmi stagionali sono sempre stati presi in grande considerazione dalla medicina cinese.

L’uomo e la natura vivono in un rapporto molto stretto di cui l’uomo non sempre ha piena consapevolezza.

Ogni stagione ha precise caratteristiche energetiche che da migliaia di anni sono osservate e prese in considerazione dalla cultura tradizionale cinese.

Durante le stagioni si passa dal massimo dello Yin (inverno) al massimo dello Yang (estate) e poi, viceversa, ciclicamente, dal massimo dello Yang al massimo dello Yin.

Anche l’uomo vive questa continua trasformazione e la sua energia accompagna la trasformazione della natura.

ritmi stagionali

I ritmi stagionali nell’antica Cina e nel nostro quotidiano

Nell’antica Cina rurale, sole e luna, pioggia e siccità avevano un ruolo vitale.

Per questo, l’alternanza delle stagioni era presa in grande considerazione da tutti: medici e persone comuni (agricoltori soprattutto).

Con il tempo, l’industrializzazione ha di sicuro ridotto questa connessione con la natura e l’ha resa meno determinante.

Nel nostro quotidiano, infatti, viviamo in ambienti che riproducono in modo “artificiale” tutto quello che può esserci utile.

Non abbiamo bisogno del giorno per avere la luce, dell’estate per avere il calore o dell’inverno per avere il freddo… possiamo avere tutto questo in casa in ogni momento.

ritmi stagionali

Questo, in parte, ha i suoi aspetti positivi, ma in altra parte è un grandissimo limite per noi, in particolare per la nostra energia.

Tanto grande quanto poco valutato nelle nostre abitudini occidentali.

Connettersi al mondo naturale

Secondo la medicina cinese, per essere in equilibrio l’uomo ha bisogno di connettersi al mondo naturale e quindi ha bisogno di vivere “in profondità” la trasformazione delle stagioni, altrimenti può ammalarsi addirittura.

L’uomo è il microcosmo nel macrocosmo.

Non può sottrarsi dalle regole della natura che lo riguardano al 100%, nel bene e nel male.

Il mondo moderno in parte limitano questa connessione e creano un ambiente artificiale che ci allontana dall’energia naturale.

Per approfondire ti consiglio di guardare il video “L’uomo e la natura. I ritmi stagionali e la nostra energia”.

Il video è sul mio Canale YouTube in cui puoi trovare molti altri contenuti. Iscriviti al Canale per essere sempre aggiornato!

© Laura Vanni 2018


[mc4wp_form id=”4737″]


Per avvicinarti alla teoria della medicina cinese leggi il mio libro“Medicina Tradizionale Cinese. Teorie di base per i primi passi”

medicina cinese


Avvertenza

La medicina cinese non è una pratica sanitaria. I disturbi citati nei miei articoli vengono considerati esclusivamente da un punto di vista energetico. I trattamenti eventualmente indicati si intendono come trattamenti energetici per favorire il riequilibrio dell’organismo e il benessere generale della persona a 360 gradi. Le indicazioni in termini di alimentazione vanno intese nell’accezione energetica della medicina cinese. Le sequenze di autotrattamento eventualmente  illustrate NON devono intese come terapia di cura, per la quale dovete rivolgervi al medico.

Laura Vanni

Laura Vanni è operatore tuina-medicina cinese con diverse specializzazioni. E', inoltre, istruttore certificato SNaQ  (sistema nazionale di qualifiche degli operatori sportivi adottato dal CONI) di qi gong e taijiquan stile Yang presso la Hung Sing Martial Arts Kung fu Academy. Precedentemente ha conseguito la laurea in sociologia e il dottorato in metodologia delle scienze sociali e politiche lavorando per circa 15 anni nel settore della ricerca sociale e di mercato. Ha scritto diversi libri divulgativi sui temi della medicina cinese, della meditazione e del qi gong. La medicina cinese non è una pratica sanitaria. I disturbi citati nei miei articoli vengono considerati esclusivamente da un punto di vista energetico. I trattamenti eventualmente indicati si intendono come trattamenti energetici per favorire il riequilibrio dell’organismo e il benessere generale della persona a 360 gradi. Le indicazioni in termini di alimentazione vanno intese nell’accezione energetica della medicina cinese. Le sequenze di autotrattamento eventualmente  illustrate NON devono intese come terapia di cura, per la quale dovete rivolgervi al medico.
Nome (richiesto)Email (richiesto)Sito web

Lascia un commento