Problemi di stomaco? Guida ai rimedi della medicina cinese (con video)

problemi di stomaco

I problemi di stomaco sono estremamente diffusi nella nostra società.

Le cause sono numerose e vanno ricercate in parte nelle abitudini alimentari a volte non proprio sane, in parte nell’abitudine a mangiare di fretta o forse – anche nelle condizioni di stress cronico.

Energia dello stomaco e benessere

Qualunque sia la causa, i problemi di stomaco sono a volte difficili da sopportare. Peggiorano la qualità della vita e diminuiscono la nostra forza ed energia.

E’, infatti, dal lavoro dello stomaco che nasce la nostra energia (Qi) e il nostro sangue (Xue).

I problemi di stomaco possono rallentare o impedire questo importante compito di elaborazione degli alimenti per le successive trasformazioni.

Per questo i problemi di stomaco, alla lunga, possono compromettere la nostra energia vitale.

Secondo la medicina cinese:

  • se lo stomaco è forte e ha abbastanza Qi per estrarre le essenze dei cibi, nel corpo ci si sente forti e pieni di energia.
  • se lo stomaco è debole e non riesce ad estrarre le essenze dei cibi, nel corpo ci si sente deboli, stanchi e senza forze.

Stomaco debole

Lo stomaco è un viscere di grandissima importanza secondo la medicina cinese.  Accoglie il cibo e lo tratta ai fini dell’assimilazione dei nutrienti.

Dal punto di vista energetico esso è alla base della trasformazione del cibo in energia (quindi Qi e Sangue).

Uno stomaco debole causa non solo disagi fisici più o meno importanti, ma mina il benessere e l’equilibrio energetico della persona nel complesso.

problemi di stomaco

Sintomi se l’energia dello stomaco è debole

In caso di energia dello stomaco debole si posso avere diverse manifestazioni:

  • gonfiore addominale
  • dolore e tensione
  • difficoltà a digerire
  • nausea
  • alitosi

problemi di stomaco

Oltre a questi sintomi che facilmente possono essere riferiti all’energia dello stomaco, si possono avere anche altri sintomi meno chiari, ma sempre associati all’energia dello stomaco.

Si tratta, per esempio, di un senso generale di debolezza fisica.

Questo perché, come accennavamo all’inizio, lo stomaco ha un ruolo determinante nel sostenere giorno per giorno la nostra energia.

Si può avvertire, inoltre, particolare debolezza a livello delle gambe, come se non riuscissero a sostenerci.

Questo perché si dice che “lo stomaco controlla le gambe” (il Meridiano dello stomaco nasce a livello del viso e percorre il torace, l’addome e le gambe, terminando al piede).

In sostanza:

  • in caso di stomaco debole saranno assolte con minore diligenza le sue funzioni
  • i segnali più vistosi saranno a livello digestivo, ma non saranno gli unici

Rafforzare lo stomaco per migliorare il benessere generale

La medicina cinese offre moltissimi consigli per rafforzare l’energia dello stomaco proprio perché assegna a viscere grande importanza.

L’aiuto più grande ci deriva da una coltivazione quotidiana della nostra energia a livello di abitudini, di pratiche psicofisiche e  alimentazione, ma non solo.

C’è poi il grande supporto offerto dall’uso del trattamento dei punti energetici.

Questi punti (agopunti) sono quelli utilizzati dall’agopuntura o dal tuina e – indipendentemente dal trattamento professionale a cui possiamo rivolgerci per avere massimo beneficio – possiamo stimolarli quotidianamente in digitopressione ottenendo nel tempo grandi benefici.

problemi di stomaco

Guida all’autotrattamento per rafforzare lo stomaco

Ho dedicato un video per mostrati due agopunti molto importanti per  rafforzare l’energia dello stomaco e, quindi, per migliorare il nostro benessere generale.

Nel video ti mostro come localizzare nel tuo corpo questi agopunti e come stimolarli in autotrattamento.

Inoltre, nella parte finale del video trovi alcune importanti  “regole” di base e suggerimenti a livello di abitudini alimentari sempre finalizzati a migliorare il nostro livello di energia.

PS Se non sei ancora iscritto al Canale YouTube approfitta per farlo ora in modo da non perdere i nuovi video!

© Laura Vanni 2018



Per avvicinarti alla teoria della medicina cinese leggi il mio libro“Medicina Tradizionale Cinese. Teorie di base per i primi passi”

medicina cinese

 

Colazione da re e cena da povero

colazione da re

 Colazione da re, pranzo da principe e cena da povero

Questo detto è uno dei più diffusi nella cultura popolare di molti Paesi.

La medicina cinese condivide pienamente questa indicazione e ne spiega il motivo principalmente in base a principi connessi agli orari energetici del nostro organismo.

La colazione da re

Secondo la medicina cinese, l’energia dello stomaco è al suo massimo al mattino, dalle ore 7 alle ore 9.

In questa fascia oraria, il nostro organismo è, per così dire, “al massimo dei giri”, pronto ad accogliere il cibo, fonte di energia e sangue.

Per questo, secondo la cultura cinese, questo è il momento della giornata in cui è bene concedersi una nutriente colazione, meglio se a base di cereali in chicco, cibi cotti, frutta, verdura… una sorta di “pranzo” visto dal punto di vista di noi occidentali, a volte abituati ad un veloce caffè bevuto sulla porta di casa, oppure ad cappuccino e cornetto consumato al bar prima di iniziare il lavoro.

alimentazione energetica

La colazione secondo i principi della dietetica cinese dovrebbe, quindi, essere un pasto nutriente, preferibilmente cucinato per essere al massimo assimilabile e dare energia sufficiente per iniziare la giornata nel migliore dei modi.

Il cappuccino e cornetto abitualmente consumati nelle colazioni all’italiana, invece, tendono a danneggiare alcune funzioni energetiche di Milza. Sia lo zucchero che il latte, infatti, inducono la produzione di umidità interna.

Zucchero e latte, assunti abitualmente, potrebbero favorire la produzione di catarri e il rallentamento di una serie di funzioni che favoriscono astenia, difficoltà digestive e sovrappeso.

colazione da re

Successivamente alla colazione “da re” (ricca e nutriente per iniziare la giornata ) e al pranzo “da principe” (nutriente ma leggera, per consentire lo svolgimento delle attività senza appesantire il sistema digestivo), la tradizione cinese suggerisce una cena “da povero”, ovvero non abbondante e non troppo ricca di nutrienti considerata la giornata che si conclude.

La cena da povero

Per quanto riguarda la cena, la situazione è molto diversa da quanto visto per la colazione.

L’orario in cui generalmente sediamo a tavola per cenare (ore 19-21) è anche quello in cui il meridiano dello Stomaco è al suo minimo energetico secondo il flusso orario del Qi.

Questo rende la digestione più lenta e a volte difficile.

Per questo è bene cercare di non eccedere a tavola e modificare in parte i ritmi della giornata che a volte trasformano questo momento in un’occasione per grandi abbuffate di compensazione alimentare e – per certi versi – emotiva.

Inoltre, il pasto serale è l’ultimo prima del riposo notturno.

E’ bene che lo stomaco sia quasi vuoto quando ci corichiamo per consentire tanto più possibile la sua inattività durante la notte.

La notte, infatti, è una fase yin della giornata (stasi, inattività) in cui tutto il nostro yang (attivazione, funzionalità, movimento) dovrebbe rientrare e quietarsi, favorendo così il riequilibrio energetico.

riposo notturno


Per avvicinarti alla teoria della medicina cinese leggi il mio libro“Medicina Tradizionale Cinese. Teorie di base per i primi passi”

libro medicina cinese