Rabbia trattenuta in medicina cinese

Rabbia trattenuta in medicina cinese

Si parla spesso di rabbia trattenuta. Ma che cosa si intende, prima di tutto, con rabbia? Da cosa dipende la rabbia?

Quale disarmonia o difficoltà può segnalare secondo la medicina cinese?

Secondo la medicina cinese la rabbia è un’emozione connessa all’organo Zang Fegato.

Il Fegato in medicina cinese ha numerose funzioni. Una delle più importanti è quella di armonizzare i movimenti del Qi nel nostro organismo.

Quando si prova rabbia, questa si manifesta nel corpo con un moto repentino e irruento del Qi verso l’alto.

Quando la rabbia viene repressa, invece, genera una pressione interna.  Questo causa blocchi di Qi e genera a livello emozionale frustrazione e senso di insoddisfazione.

Quando la pressione accumulata è troppa, per così dire si “esplode”, manifestandosi con sintomi fisici ed emozionali.

Sangue e Qi sono portati prepotentemente verso l’alto (viso rosso, cefalee, vertigini, ipertensione, acufeni…).

Questa è la situazione in cui la rabbia repressa trova sfogo non essendo stato possibile fino a quel momento scaricarla.

Consigli per scaricare la rabbia

Nel video che segue puoi approfondire il tema della rabbia in medicina cinese e puoi trovare alcuni consigli per aiutare la tua energia a tornare in equilibrio quando l’emozione della rabbia diventa troppo forte.


Vuoi avvicinarti alla medicina cinese nella teoria e nella pratica?
Scopri il corso online
“PROTAGONISTA DEL TUO BENESSERE”
 

Corso online medicina cinese
 Corso amatoriale. Non sono necessarie conoscenze di base in medicina cinese

 

Laura Vanni

Laura Vanni è operatore tuina-medicina cinese con diverse specializzazioni. E', inoltre, istruttore certificato SNaQ  (sistema nazionale di qualifiche degli operatori sportivi adottato dal CONI) di qi gong e taijiquan stile Yang presso la Hung Sing Martial Arts Kung fu Academy. Precedentemente ha conseguito la laurea in sociologia e il dottorato in metodologia delle scienze sociali e politiche lavorando per circa 15 anni nel settore della ricerca sociale e di mercato. Ha scritto diversi libri divulgativi sui temi della medicina cinese, della meditazione e del qi gong. La medicina cinese non è una pratica sanitaria. I disturbi citati nei miei articoli vengono considerati esclusivamente da un punto di vista energetico. I trattamenti eventualmente indicati si intendono come trattamenti energetici per favorire il riequilibrio dell’organismo e il benessere generale della persona a 360 gradi. Le indicazioni in termini di alimentazione vanno intese nell’accezione energetica della medicina cinese. Le sequenze di autotrattamento eventualmente  illustrate NON devono intese come terapia di cura, per la quale dovete rivolgervi al medico.
Nome (richiesto)Email (richiesto)Sito web

Lascia un commento