Problemi di memoria secondo la medicina cinese

Problemi di memoria secondo la medicina cinese

Secondo la medicina cinese, la memoria di eventi e informazioni avviene principalmente grazie all’energia di tre organi Zang: Milza, Rene e Cuore.

In particolare, ad avere un ruolo prioritario sono gli aspetti psichici connessi a ciascuno di questi tre organi ovvero:

  • lo Yi della Milza
  • lo Zhi del Rene
  • lo Shen del Cuore

Tipi di memoria

La memoria non è tutta uguale. Possiamo, infatti, distinguere almeno tra due principali tipi di memoria:

  • la memoria cosiddetta esplicita (dichiarativa), che riguarda le informazioni che cerchiamo di ricordare volutamente (per es. quando cerchiamo di ricordare il nome di qualcuno). Questo tipo di memoria può essere episodica (ricordi di eventi personali a breve o a lungo termine) o semantica (ricordi di fatti generali come anche informazioni storiche e di cultura generale)
  • la memoria implicita (procedurale) che riguarda informazioni che ricordiamo inconsciamente come, per es., la memoria di gesti per compiere azioni coordinate o la memoria di una canzone. Appartiene a questo tipo di memoria anche la memoria muscolare (per es. ricordare come si va sui pattini)

Abbiamo poi una distinzione che riguarda la scala temporale e che si riferisce quindi alla:

  • memoria degli eventi recenti
  • memoria degli eventi remoti

disturbi memoria

Organi Zang coinvolti nella memoria e i loro aspetti psichici

Lo Yi di Milza

La Milza presiede la capacità di concentrarsi e memorizzare utile nello studio e nell’apprendimento.

Lo Yi di Milza rappresenta il pensiero, la riflessione. E’ responsabile del pensiero che si applica così come avviene nello studio.

Quando l’energia di Milza è in equilibrio, lo Yi è stabile e ciò consente capacità di concentrazione e di memorizzazione nello studio.

Quando l’energia di Milza è in deficit lo Yi sarà instabile e ci potranno essere problemi di memorizzazione nello studio e problemi di concentrazione.

disturbi memoria

Lo Zhi di Rene

Il Rene è responsabile della memorizzazione degli eventi recenti.

Lo Zhi del Rene rappresenta la “volontà” associata al Rene. Questa “volontà” coinvolge moltissimi aspetti di grande importanza, ma per ciò che ci riguarda in questo articolo implica la memorizzazione, ovvero la capacità di trattenere le informazioni a lungo nel tempo.

Quando l’energia del Rene è insufficiente, si riduce la capacità di trattenere le informazioni recenti nella memoria.

disturbi memoria

Lo Shen del Cuore

Il Cuore ha una connessione con la memorizzazione degli eventi del passato remoto. Questa funzione del Cuore di richiamare alla mente è detta intelletto (Ling Shu).

disturbi memoria

Lo Shen del Cuore ha un ruolo centrale anche per la memoria implicita (ricordare abilità, azioni da compiere per eseguire un compito…) mentre Yi e Zhi sono molto connessi alla memoria esplicita (ricordare fatti, esperienze, nomi…).

 

Dimenticare eventi recenti e ricordare eventi remoti. Il caso tipico dell’anziano

I tre Organi Zang Milza, Rene e Milza e le loro funzioni con riferimento alla memoria sono strettamente connesse tra loro.

Una riflessione su tutte può essere quella tipica di chi dimentica eventi accaduti recentemente (per esempio cosa ho mangiato oggi?) ma ha ben in mente eventi remoti (per esempio eventi legati alla gioventù negli anziani).

Come abbiamo visto, in medicina cinese i Reni nutrono il Cervello (mare del midollo) e influenzano la memoria a breve termine nel quotidiano (memorizzazione degli eventi recenti).

Al Cuore è invece affidata la capacità di ricordare eventi remoti.

In età avanzata, il Jing del Rene non nutre più il Cervello a sufficienza e per questo nella persona anziana si ha spesso amnesia di eventi recenti mentre permane la memoria degli eventi remoti (connessi al Cuore Shen).

La memoria può essere influenzata anche da Flegma e Stasi sanguigna che impediscono il nutrimento del Cervello. Anche questo può essere un caso frequente negli anziani. In queste situazioni si manifestano anche vertigini, confusione, sensazione di pesantezza

Quadri energetici prevalenti nelle difficoltà di memoria

Come noto, la medicina cinese non tratta malattie ma squilibri energetici.

Non tratta, quindi, le difficoltà di memoria, ma lo squilibrio energetico specifico del singolo individuo che genera la difficoltà di memoria.

I quadri energetici connessi alle difficoltà di memoria possono essere diversi e per differenziare tra questi è necessaria una valutazione individuale attraverso le tecniche tradizionali della medicina cinese (tra cui analisi di polsi e lingua).

Ad utilità degli operatori, si riportano di seguito segni e sintomi associati a tre quadri estremamente ricorrenti in presenza di difficoltà di memoria:

  1. il deficit di Qi e Sangue di Cuore e Milza
  2. il deficit di Yin di Cuore e Rene con Calore Vuoto
  3. il deficit di Qi di Milza e di Sangue di Milza

Deficit di Qi e Sangue di Cuore e Milza

  • memoria scarsa per eventi lontani nel tempo
  • insonnia
  • ansia
  • tendenza a spaventarsi facilmente
  • capogiri
  • palpitazioni
  • pallore
  • astenia
  • debolezza muscolare
  • lingua pallida e sottile

Deficit di Yin di Cuore e Rene con Calore Vuoto

  • memoria scarsa in generale
  • insonnia/ sonno disturbato da molti sogni
  • ansia
  • irrequietezza
  • capogiri
  • palpitazioni
  • sensazione di calore alla sera
  • sudorazione notturna
  • urine scarse e scure / feci secche
  • lingua rossa con fissurazione di cuore

Deficit di Qi di Milza e di Sangue di Milza

  • difficoltà di concentrazione (per es. nello studio)
  • appetito scarso
  • stanchezza
  • gonfiore addominale dopo i pasti
  • debolezza agli arti
  • feci molli
  • mestruazioni scarse nelle donne
  • lingua pallida

Per iniziare a studiare medicina cinese leggi il mio “Medicinatradizionale cinese. Teorie di base per i primi passi”

libro medicina cinese

Su Amazon in formato cartaceo ed ebook

Laura Vanni

Laura Vanni è operatore tuina-medicina cinese con diverse specializzazioni. E', inoltre, istruttore certificato SNaQ  (sistema nazionale di qualifiche degli operatori sportivi adottato dal CONI) di qi gong e taijiquan stile Yang presso la Hung Sing Martial Arts Kung fu Academy. Precedentemente ha conseguito la laurea in sociologia e il dottorato in metodologia delle scienze sociali e politiche lavorando per circa 15 anni nel settore della ricerca sociale e di mercato. Ha scritto diversi libri divulgativi sui temi della medicina cinese, della meditazione e del qi gong. La medicina cinese non è una pratica sanitaria. I disturbi citati nei miei articoli vengono considerati esclusivamente da un punto di vista energetico. I trattamenti eventualmente indicati si intendono come trattamenti energetici per favorire il riequilibrio dell’organismo e il benessere generale della persona a 360 gradi. Le indicazioni in termini di alimentazione vanno intese nell’accezione energetica della medicina cinese. Le sequenze di autotrattamento eventualmente  illustrate NON devono intese come terapia di cura, per la quale dovete rivolgervi al medico.
Nome (richiesto)Email (richiesto)Sito web

Lascia un commento