Preoccupazione come difficoltà a digerire il vissuto

Cos’è la preoccupazione? Da cosa dipende? Quale disarmonia o difficoltà può segnalare?

Preoccupazione ossessiva

Cominciamo con il dire che per preoccupazione intendiamo non una preoccupazione legittima, giustificata rispetto ad una reale situazione di rischio, ma un’emozione presente in modo costante e almeno apparentemente immotivato.

Questo tipo di preoccupazione è un’emozione molto intensa e sempre presente, in grado di condizionare la vita della persona che la prova.

Si tratta, in altre parole, di una preoccupazione ossessiva, un rimuginio continuo, su aspetti che a volte sono anche ricorrenti, sono sempre gli stessi.

 

La preoccupazione in medicina cinese

Secondo la medicina cinese, la preoccupazione così caratterizzata dipende da una disarmonia della Milza. Questo Organo Zang in medicina cinese è detto “radice dell’acquisito”, “fonte del cielo posteriore” (cioè posteriore alla nascita).

In sostanza Milza è, in medicina cinese, il cardine del processo digestivo, trasforma il cibo in energia ed è fondamentale per il sostegno della nostra stessa energia. In tutto questo Milza lavora a stretto giro con lo stomaco attraverso il sistema dei Meridiani.

Milza “ministro delle trasformazioni”

La Milza compie la trasformazione del bolo alimentare (bevande e alimenti) in essenze minute e ne cura il trasporto e la diffusione. Viene detta “il Ministro delle trasformazioni” proprio perché sovrintende tutte le attività di trasformazione e trasporto delle sostanze nutritive a tutto l’organismo.

La Milza e la preoccupazione

Dalla Milza dipendono non solo le trasformazioni dei cibi, ma anche quelle del vissuto – dall’infanzia fino alla vecchiaia.

Le trasformazioni che viviamo nella nostra vita richiedono una “digestione” tanto quanto i cibi e Milza è protagonista in questo processo. Per questo Milza è impegnata e può risentire nei periodi di grande trasformazione (pubertà, gravidanza, menopausa) in cui è necessario “adattarsi” al nuovo regime fisiologico.

Quando Milza è in equilibrio esprime pensiero, riflessione, capacità di concentrarsi e memorizzare, mettere a fuoco i problemi. Questa funzione psichica è caratteristica di Milza ed ha il nome di Yi (pensiero, riflessione). Lo Yi regola la capacità di “digerire” gli eventi, di assimilare, di crescere intellettualmente, di relazionarsi con l’ambiente e di modificarlo per renderlo più vivibile.

Quando, però, Milza è in squilibrio, il pensiero si trasforma in preoccupazione ed ossessione e diventa un fattore emozionale con effetti negativi soprattutto sulla circolazione del Qi, provocando stasi e blocco dei movimenti del Qi.

Dalla preoccupazione ai disturbi digestivi

Poiché spesso il blocco riguarda il Qi del sistema digestivo, l’organo che ne subisce maggiormente le conseguenze è la Milza e la sua funzione di assorbimento e distribuzione degli elementi nutritivi.

Ciò causa disturbi dell’appetito, dolore e gonfiore addominale.

Milza in difficoltà mette in crisi la nostra capacità di elaborare. Elaborare il cibo e allo stesso tempo anche elaborare le informazioni e il vissuto.

Il corpo manifesta difficoltà digestiva, la mente difficoltà di pensiero (Yi) con il conseguente “annodamento” in pensieri ricorrenti e rimunginio.

 

Sul mio Canale YouTube puoi trovare un video dedicato questo argomento

Se sei interessato alla medicina cinese ti consiglio di iscriverti al Canale per non perdere nessun nuovo video. Ovviamente ti invito anche a lasciarmi commenti e a propormi argomenti che ritieni interessanti e che vuoi che io tratti sul Canale.


Per essere sempre aggiornato dei nuovi contenuti on line e accedere a documenti extra di approfondimento, non dimenticare di iscriverti alla Newsletter!

2 commenti su “Preoccupazione come difficoltà a digerire il vissuto

  • complimenti !!
    i tuoi video sono chiari semplici e mi stanno aiutando molto nella comprensione di questo fantastico mondo della medicina cinese.
    sono una studentessa shiatsu.. frequento il secondo anno ed inizio ora a scoprire ciò che si cela dietro una pressione ..
    un mondo !!!

    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *