Meridiani energetici. Cosa sono e quali sono secondo la medicina cinese

Secondo la medicina cinese il nostro corpo è attraversato da una rete molto fitta di canali detti Meridiani energetici.

Questi possiamo immaginarli come se fossero vere e proprie strade lungo le quali può scorrere l’energia vitale detta Qi.

Alcune di queste strade sono vere e proprie autostrade, altre sono meno grandi (come fossero strade statali), altre, ancora sono strade urbane fino ad arrivare a sentieri di campagna, più piccoli ma sempre utili per mettere in connessione punti diversi.

meridiani energetici

Qualunque sia la dimensione di queste strade, queste rappresentano sempre una via attraverso la quale il Qi raggiunge ogni parte del corpo, percorrendolo numerose volte dalla testa ai piedi e dai piedi alla testa, dal centro alla periferia e dalla periferia al centro.

La teoria dei Meridiani energetici

La teoria dei Meridiani energetici esamina le funzioni fisiologiche dei Meridiani nell’organismo umano, nonché i loro rapporti con gli Organi e Visceri (Zang fu).

Questa teoria dei Meridiani si è formata sulla base dell’esperienza clinica di migliaia di anni, nel campo dell’agopuntura, del tuina e del qi gong.

Quello dei Meridiani energetici un sistema caratteristico della medicina cinese. Non trova nessuna corrispondenza nell’odierna medicina occidentale nella quale, invece, si riconoscono sistemi di conduzione “fisici” e basati su un supporto organico ben preciso, come il sistema linfatico, del sangue o del sistema nervoso.

I Meridiani energetici, al contrario, sono “percorsi di energia” che non hanno un preciso substrato anatomico.

Anche se sono strettamente legati ad altri sistemi di conduzione del nostro organismo tanto da essere in parte sovrapponibili (per esempio a quello del sistema circolatorio sanguigno, linfatico o nervoso), i Meridiani energetici non si possono né vedere né toccare, perché di fatto “non esistono” fisicamente ed autonomamente da altre strutture del nostro corpo a cui si “appoggiano”.

 

Quanti tipi di Meridiani energetici esistono e quali sono

Abbiamo detto che il sistema dei Meridiani è un sistema complesso ed articolato all’interno del quale si muove il Qi.

Questo sistema comprende vari tipi di Meridiani energetici, ognuno con una sua specifica funzione energetica.

Meridiani principali

I Meridiani principali sono, per così dire, ­ la colonna portante del sistema e sono anche i Meridiani più noti alle persone comuni.

Sono in tutto dodici, ognuno collegato ad un Organo-­Viscere (Zang fu), ognuno con un percorso “interno” (connesso con gli Zang fu) ed “esterno” (più vicino alla superficie cutanea).

Essi sono:

  1. Meridiano principale del Polmone
  2. Meridiani principale del Grosso intestino
  3. Meridiani principale dello Stomaco
  4. Meridiani principale della Milza
  5. Meridiani principale del Cuore
  6. Meridiani principale del Piccolo intestino
  7. Meridiani principale della Vescica urinaria
  8. Meridiani principale del Rene
  9. Meridiani principale del Pericardio
  10. Meridiani principale del Sanjiao (Triplice riscaldatore)
  11. Meridiani principale della Vescica biliare (colecisti)
  12. Meridiani principale del Fegato

Nel tragitto “esterno” dei Meridiani principali è stata individuata dalla medicina Cinese una serie di punti (agopunti) che possiedono funzioni diverse e che sono in numero differente per ciascun Meridiano.

La stimolazione di questi agopunti – scelti in base a determinati criteri – è compito del medico-operatore di medicina cinese (tuina, agopuntura) ed ha l’obiettivo di agire sulla nostra l’energia.

meridiani energetici

Meridiani straordinari o Curiosi

I Meridiani straordinari unzionano come “riserve energetiche”, in contatto con il Qi originario (Yuan Qi).

I Meridiani straordinari  non sono collegati ai singoli Zang fu (come i Meridiani principali) ma hanno origine tutti – direttamente o indirettamente – dal Rene.

Rappresentano il nostro “assetto costituzionale” tanto a livello fisico, quanto a livello energetico e psichico e sono utili in caso di malattie congenite.

I Meridiani straordinari sono in tutto otto:

  1. Du Mai (Vaso governatore)
  2. Ren Mai (Vaso concezione)
  3. Chong Mai (Vaso strategico)
  4. Dai Mai (Vaso cintura)
  5. Yin Qiao Mai
  6. Yang Qiao Mai
  7. Yin Wei Mai
  8. Yang Wei Mai

Meridiani Distinti

I Meridiani distinti hanno la funzione di rafforzare il collegamento Organo-Viscere di ciascun Meridiano principale con il suo Meridiano di coppia, estendendo la rete di connessione anche agli Organi alle zone del corpo con cui non hanno un rapporto diretto.

Sono dodici e devono il loro nome e i loro rapporti di dipendenza ai Meridiani principali con cui sono in relazione.

Sono spesso scelti nel trattamento energetico in presenza di  malattie autoimmuni e nel trattamento delle malattie esogene che hanno ormai attaccato la costituzione.

Meridiani Luo longitudinali

I Meridiani Luo longitudinali formano una rete per lo più trasversale e sfumata di collegamento che garantisce la distribuzione capillare del Qi e Sangue.

I Meridiani Luo longitudinali sono quindici e sono diramazioni dei Meridiani principali (hanno origine nel punto Luo dei Meridiani principali), seguendone in parte il percorso, restando però più esterni e superficiali.

Si collocano nello spazio tra la pelle ed i muscoli e rappresentano la prima barriera ai fattori patogeni esterni.

Meridiani tendino­-muscolari

I Meridiani tendino-muscolari sono dodici e il loro tragitto si sovrappone in buona parte con quello dei Meridiani principali. Diversamente da questi, però, i Meridiani tendino­-muscolari non entrano in profondità negli Zang fu, restano più superficiali ed interessano aree più ampie percorrendo anche regioni non raggiunte dai Meridiani Principali.

Il loro Qi si raccoglie in aree in genere a livello delle articolazioni e il loro decorso comprende gruppi muscolari, tendini e legamenti.

Sono in stretta relazione con il movimento e la loro funzione principale è regolare e distribuire Qi e Sangue a tendini e muscoli.

Sono generalmente impiegati per trattare disarmonie a livello del movimento, della postura e del dolore. Utili anche per favorire l’espulsione dei patogeni climatici, alcune disarmonie che si manifestano a livello della pelle ed aspetti psicocaratteriali di cui non si ha coscienza.

 

Applicazioni della teoria dei Meridiani

La teoria dei Meridiani, integrata con altre importanti teorie della medicina cinese (teoria degli Zang fu, del Qi, del Sangue, dei Liquidi organici…) rappresenta il punto di riferimento di ogni medico-operatore di medicina cinese.

Costituisce lo scenario energetico in cui si esprime la fisiologia e la fisiopatologia umana secondo la medicina cinese.

Nelle sue implicazioni pratiche, costituisce lo “strumento” (concettuale e operativo) indispensabile per ogni trattamento energetico con il massaggio tuina e l’agopuntura.

Nelle sue applicazioni, la conoscenza di base della teoria dei Meridiani energetici è il primo passo anche per praticare un buon autotrattamento dei Meridiani in digitopressione o mediante altre tecniche (percussione, moxibustione e così via).

 


Per essere sempre aggiornato dei nuovi contenuti on line e accedere a documenti extra di approfondimento, non dimenticare di iscriverti alla Newsletter!

 

meridiani

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *