L’energia del cibo secondo la medicina cinese

La tradizione cinese ha grande attenzione per il cibo e per l’alimentazione.

Da migliaia di anni studia le proprietà dei diversi alimenti e la loro influenza sulla nostra energia.

Lo fa in modo molto diverso da quello a cui siamo abituati in occidente, dove per esempio sentiamo parlare di calorie, proteine, grassi e carboidrati.

Nella dietetica cinese non si prendono in considerazione questi parametri scientifici. In modo molto più semplice e in un certo senso quasi primitivo (ma molto efficace) si considerano invece le proprietà energetiche degli alimenti definite in base ad alcuni parametri.

Le proprietà energetiche degli alimenti

Gli alimenti vengono innanzitutto classificati sulla base di alcuni fattori. Tra questi fattori, i più importanti sono:

  • il Jing
  • la Natura
  • il Sapore
  • l’Odore

Questi fattori fanno parte di ogni tipo di cibo. Possono essere però modificati mediante il sistema di conservazione e di cottura.

Tutto questo fa della dietetica cinese una vera arte il cui apprendimento richiede pazienza e studio. I risultati però possono essere veramente stupefacenti!

Jing

Il Jing (Essenza, vitalità) è in un certo senso il potere nutritivo dell’alimento.

I cibi che hanno un elevato Jing sono i cibi freschi, non conservati troppo a lungo, genuini e non trattati.

Il Jing di un alimento è una caratteristica molto delicata e si consuma rapidamente. Per questo è al massimo, per esempio, nei frutti giunti a completa maturazione, gustati poco dopo il raccolto. E’ invece al minimo nella frutta marcita o anche in quella raccolta ancora acerba e trattata per affrontare i lunghi viaggi dell’esportazione (come purtroppo accade a molta frutta presente nei nostri supermercati).

Il Jing dei cibi si trasforma all’interno del corpo in Qi (energia vitale).

Quanto più puro è il Jing del cibo, tanto più puro e raffinato sarà il Qi che potremo ottenere.

Fornire al nostro organismo Jing di qualità con il cibo significa vivere più a lungo e in salute perché consente di preservare il proprio Jing.

Anche l’uomo, infatti, possiede questo tipo di Energia essenziale.

La velocità con cui il Jing dell’uomo si consuma dipende anche dalla qualità dell’alimentazione e determina la velocità di invecchiamento.

Tutto questo pone l’attenzione su quello che possiamo definire la differenza tra alimentazione e nutrizione.

Un conto è “mangiare” (saziarsi, qualunque cosa si mandi giù), un conto è “nutrirsi” (fornire elementi indispensabili per la propria salute).

Natura

Alcuni alimenti sviluppano poco Calore (Yang) come, per esempio, il latte, i funghi, i germogli di bambù, altri ne sviluppano molto, come, per esempio, la carne e le spezie e così via.

Questa loro qualità si trasferisce all’organismo che se ne nutre andandone a modificare l’Energia.

La dietetica cinese distingue Cinque Nature per i cibi:

  1. Calda
  2. Tiepida
  3. Neutra
  4. Fresca
  5. Fredda

E’ importante conoscere la Natura degli alimenti per poterli scegliere in modo coerente in base alla propria condizione.

Semplificando al massimo:

  • se dalla valutazione energetica emerge un quadro di Calore interno, sarà meglio evitare i cibi di Natura Calda
  • all’opposto, se emerge Freddo sarà meglio evitare cibi di natura Fredda.

In entrambi i casi, mangiando senza tener conto di questo principio, rischieremmo di peggiorare la condizione di Calore/Freddo amplificandola.

Sapore

Il Sapore nella Dietetica Cinese ha un ruolo fondamentale di stimolo sullo Yin (forma, Xing) e lo Yang (funzione, Qi) degli Organi interni (Zang).

Nella dietetica cinese si distinguono i seguenti Sapori:

  • Acido-aspro (Suan) e Astringente (Se)
  • Amaro (Ku)
  • Dolce (Gan) e Insipido (Dan)
  • Piccante (Xin)
  • Salato (Xian)

Considerando l’azione energetica dei Sapori esiste un’altra distinzione che si basa sul tratto Yang o Yin dei sapori.

In particolare:

  • appartengono allo Yang i Sapori
    • Piccante
    • Dolce
    • Insipido (correlato al Dolce)
  • appartengono allo Yin i sapori
    • Amaro
    • Acido-Aspro
    • Salato
    • Astringente (correlato all’Acido-Aspro)

 

Odore

L’odore del cibo è un aspetto estremamente Yang (volatile, impalpabile, senza materia e consistenza).

Mentre i Sapori si dirigono allo Stomaco (e al jiao medio in generale), gli odori si dirigono al Polmone (e al jiao superiore in generale).

A seconda del tipo di odore sarà interessato un organo Zang differente.

Per esempio, l’odore di bruciato è associato al Cuore. L’odore di cose bruciate, arrostite, abbrustolite o tostate stimola il Cuore accelerandone il ritmo ed eccitando lo Shen (aspetto mentale).

La scelta degli alimenti sarà quindi guidata anche dall’odore di questi stessi e si preferiranno quelli adatti a stimolare il tipo di energia che nel nostro organismo ha più bisogno di essere stimolata.

 

Cottura del cibo

Oltre alle caratteristiche del cibo, anche il modo in cui questo viene trattato è molto importante in termini energetici perché può modificare la Natura degli alimenti fino a stravolgerla completamente.

Ogni cottura aggiunge Yang al cibo. Quindi ogni cibo cotto è più Yang del suo equivalente crudo.

Esistono tuttavia differenze tra metodi di cottura più o meno Yang e tra queste è bene scegliere a seconda della condizione energetica del soggetto.

In linea generale, in una scala che va dallo Yin allo Yang, la cottura bagnomaria o al vapore sono le cotture più Yin (idratanti e raffreddanti) mentre la cottura alla brace o al forno sono le più Yang (dinamizzanti e riscaldanti).

 

Cibo come mattone

Secondo la medicina cinese, il cibo possiede una sua energia e grazie a questa è in grado di agire (positivamente o negativamente) sulla nostra salute.

I diversi alimenti possono stimolare alcune funzionalità organiche oppure inibirle, influenzando così l’equilibrio Yin-Yang del nostro organismo.

Per la medicina cinese, il cibo è il “mattone” costitutivo della nostra Energia (Qi) e del nostro Sangue (Xue).

E’ fondamentale che questo mattone abbia caratteristiche adeguate rispetto al “terreno” su cui viene poggiato per costruire.

Che cosa significa questo?

Significa che secondo la medicina cinese la scelta del cibo (mattone) deve tener conto delle differenze individuali (terreno).

Solo in questo modo l’edificio (organismo) avrà solide basi e sarà stabile (in salute).

 

Cibo come medicina

Assumere un alimento è come assumere un farmaco.

Anche se il suo effetto di solito non è immediato come quello di un farmaco, la sua azione è molto profonda e nel lungo periodo determina cambiamenti strutturali a volte anche superiori alle aspettative.

La scelta e l’impiego degli alimenti è un’arte sapiente di antica tradizione e, nella sua forma più alta, prevede molto studio e applicazione.

Alimentazione corretta

Che cosa mangiare, quindi?

Secondo la dietetica cinese non esistono cibi buoni o cibi cattivi in assoluto.

Ogni individuo è diverso dall’altro. E ogni individuo cambia nel tempo le proprie esigenze energetiche in termini di alimentazione.

L’alimentazione deve tenere conto di queste differenze e preferire alcuni alimenti piuttosto che altri, in modo da riequilibrare eventuali disarmonie.

La scelta degli alimenti non può quindi essere fatta una volta e per sempre.

Non ci sono alimenti “miracolosi” sempre buoni per tutti o alimenti pessimi da condannare a priori.

Un alimento che in un periodo della vita è considerato “vietato” per una persona, per questa stessa persona, in un altro momento, potrebbe costituire un rimedio importante.

La dietetica cinese utilizza tutti gli alimenti (anche quelli di natura animale), sempre scegliendoli in base alla condizione energetica della persona.

 

Siamo quello che mangiamo

E’ dimostrato che le cellule del nostro corpo si rinnovano completamente nell’arco di sette anni.

Ciò significa che tra sette anni avremo un “pacchetto di cellule” completamente diverso da quello che abbiamo in questo momento.

Queste cellule saranno in massima parte costruite sulla base della nostra alimentazione.

Questa è un’ottima notizia e una meravigliosa opportunità.

Significa infatti che il futuro della nostra energia dipende in gran parte da noi!


Per essere sempre aggiornato dei nuovi contenuti on line e accedere a documenti extra di approfondimento, non dimenticare di iscriverti alla Newsletter!

Se vuoi approfondire il tema della dietetica cinese:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *