Il Polmone e il respiro

il Polmone è l’origine del respiro

La respirazione è la funzione prioritaria associata al Polmone.

Secondo la medicina cinese, in ogni atto respiratorio il Polmone consente di acquisireQi puro atmosferico” (che servirà poi per costruire la nostra Energia) e di espellereQi torbido”, non più utilizzabile e anzi ormai dannoso per l’organismo.

Grazie a questa funzione, il Polmone regola i movimenti del Qi di tutto l’organismo ed assume in sé il titolo di “Maestro del Qi“.

Il respiro. Aspetti simbolici

E’ ormai comunemente accettato che il ritmo e le caratteristiche del respiro possono dipendere sia da fattori legati alla fisiologia dell’organo Polmone, sia da fattori psicologici, connessi a determinati vissuti emozionali.

Da un punto di vista simbolico possiamo considerare che durante l’inspirazione assorbiamo l’energia dell’ambiente circostante (vivere l’attimo presente).

Se ciò che è intorno a noi “non ci piace” si può creare una resistenza e una costrizione a livello del petto e si può modificare il ritmo respiratorio in modo spesso inconsapevole.

Il respiro sarà corto e superficiale e porterà meno energia al nostro organismo.

Allo stesso tempo, l’espirazione può essere condizionata sulle proprie condizioni emotive. Se ci si sente stressati, impauriti e tesi, difficilmente si riuscirà a “lasciar andare” il respiro in modo completo e incondizionato.

Tutto ciò conduce generalmente ed inconsapevolmente ad apnee involontarie, incapacità di inspirare profondamente e, altrettanto, di espirare.

Respiro ed energia

Il Polmone è, in medicina cinese,  il luogo principale per la formazione dell’energia del “cielo posteriore”, grazie all’energia atmosferica acquisita proprio con il respiro e grazie al contributo di Milza che gli invia l’energia estratta dagli alimenti.

Un respiro ridotto e superficiale, nel tempo diminuisce quindi la capacità del Polmone di di generare Energia ed incide sul nostro complessivo equilibrio energetico.

Gli organi in medicina cinese hanno una diretta connessione con l’aspetto psichico ed emozionale.

Un respiro ridotto potrà generare nel tempo un sentimento di tristezza (emozione associata al Polmone), con progressiva postura “chiusa”, in particolare con chiusura delle spalle e del torace.

respiro

Sarà probabilmente compromessa la capacità di godere la vita (inspirazione) e lasciar andare quello che non è buono per noi (espirazione).

Potranno, infine, esserci anche altre manifestazioni, in quanto il Polmone svolge, secondo la medicina cinese, altre importanti funzioni meno visibili.

Si potrà, per esempio, avere la pelle molto secca (manca la diffusione del Qi e dei fluidi verso la pelle), problemi urinari o anche intestinali come la stipsi.

In medicina cinese, infatti, Polmone e Intestino crasso sonno connessi ed il Polmone ha un importante ruolo nel favorire il transito e lo svuotamento dell’intestino.

 

 


 

Per avvicinarti alla teoria della medicina cinese leggi il mio libro“Medicina Tradizionale Cinese. Teorie di base per i primi passi”

medicina cinese



Avvertenza

La medicina cinese non è una pratica sanitaria. I disturbi citati nei miei articoli vengono considerati esclusivamente da un punto di vista energetico. I trattamenti eventualmente indicati si intendono come trattamenti energetici per favorire il riequilibrio dell’organismo e il benessere generale della persona a 360 gradi. Le indicazioni in termini di alimentazione vanno intese nell’accezione energetica della medicina cinese. Le sequenze di autotrattamento eventualmente  illustrate NON devono intese come terapia di cura, per la quale dovete rivolgervi al medico.

 

2 commenti su “Il Polmone e il respiro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *