Edema e ritenzione di liquidi in medicina cinese

L’edema rappresenta in medicina cinese uno squilibrio  derivante da una difficoltà di metabolizzazione dei liquidi.

Al di là delle specifiche situazioni, in senso energetico è complessivamente sempre coinvolta  l’energia degli Organi Zang  Polmone, Milza e Rene che, assieme al Sanjiao, sono responsabili del metabolismo dei liquidi nel nostro organismo.

Comprendere quale sia l’Organo Zang in difficoltà tanto da causare questo “rallentamento” è compito della valutazione energetica che può essere condotta da un medico agopuntore o da un operatore specializzato in medicina cinese.

Individuare la condizione che determina questo disagio consentirà poi al medico-operatore di intervenire con le tecniche di propria competenza (agopuntura, fitoterapia, tuina) per ricondurre l’energia della persona in equilibrio ed armonia, riducendo il disagio dell’edema che in medicina cinese è la manifestazione della disarmonia stessa.

Oltre alle tecniche specialistiche del tuina, dell’agopuntura e della fitoterapia, esiste anche un’altra risorsa che ci viene dalla medicina cinese per sostenere il nostro organismo in presenza di edema e ritenzione di liquidi: l’alimentazione energetica.

 

Da cosa dipende l’edema secondo la medicina cinese?

L’edema rappresenta per la medicina cinese il “segno” o sintomo che qualcosa nel nostro organismo non sta funzionando come dovrebbe.

In linea generale, l’edema può fornire alcune informazioni utili a seconda delle sue caratteristiche e della zona in cui si manifesta:

  • se i tessuti sono particolarmente turgidi, si può supporre un accumulo di Umidità che impedisce l’adeguata trasformazione dei liquidi
  • se la pelle resta infossata quando esercitiamo pressione (segno della fovea), siamo probabilmente in presenza di un deficit di Yang. Diversamente (se non resta segno e magari si avverte anche dolore), potrebbe trattarsi di una stasi di Qi e Sangue

medicina cinese

Un aiuto dall’alimentazione

La medicina cinese tiene molto in considerazione l’alimentazione tanto che questa, nella sua accezione energetica, l’alimentazione costituisce una delle discipline che costituiscono la medicina cinese, assieme ad agopuntura, tuina, fitoterapia e qi gong.

L’alimentazione energetica è molto complessa, richiede anni di pratica e lo studio almeno della teoria di base della medicina cinese.

A titolo esemplificativo riportiamo qui gli ingredienti di una ricetta tratta dal manuale “Dietetica cinese” a cura di L. Sotte:

  • Azuki 250 gr
  • Zucca ½
  • Porro 1
  • Salsa di soia un cucchiaio
  • Alga kombu, kun bu, laminaria japonica 1 pezzetto
  • Salvia 2-3 foglie
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale marino integrale q.b.

edema

Questi ingredienti, opportunamente preparati (preparazione a p.495 del manuale) aiutano creando ottime premesse in caso di edema. Infatti hanno azione di:

  • tonificare il Qi
  • sostenere Milza Pancreas
  • trasformare e muovere l’Umidità
  • muovere il Qi e il Sangue
  • dissolvere i tan (che qui per semplificare possiamo definire “accumuli”).

Oltre agli azuki, anche il fagiolo bianco è, anche un possibile alleato, eventualmente sempre accompagnato da alimenti in grado di muovere e trasformare.

Il fagiolo bianco ha, infatti, Natura Neutra, Sapore Dolce, Insipido e va a nutrire in particolare l’energia di Milza-Pancreas, Organo Zang di cruciale importanza in presenza di accumulo o difficoltà di metabolizzazione e trasporto dei liquidi.

A ciò si aggiunge una azione specificatamente diuretica benvenuta proprio in presenza di edema e ritenzione.

edema



Scelto per te:

Dietetica cinese, a cura di Lucio Sotte, CEA editore

alimentazione


Per avvicinarti alla teoria della medicina cinese leggi il mio libro“Medicina Tradizionale Cinese. Teorie di base per i primi passi”

medicina cinese


 

Avvertenza

La medicina cinese non è una pratica sanitaria. I disturbi citati nei miei articoli vengono considerati esclusivamente da un punto di vista energetico. I trattamenti eventualmente indicati si intendono come trattamenti energetici per favorire il riequilibrio dell’organismo e il benessere generale della persona a 360 gradi. Le indicazioni in termini di alimentazione vanno intese nell’accezione energetica della medicina cinese. Le sequenze di autotrattamento eventualmente  illustrate NON devono intese come terapia di cura, per la quale dovete rivolgervi al medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *