Orologio energetico. Come circola il Qi nel nostro organismo

Secondo la medicina cinese, il Qi fluisce nel nostro organismo secondo una sorta di orologio energetico che ha un ciclo di 24 ore.

In questo arco di tempo, in tutto il nostro corpo il Qi si diffonde nell’intero organismo, grazie ad una rete di Canali o Meridiani i quali raggiungono organi, visceri e tutti gli apparati, garantendo la vita.

Hai fame soprattutto di mattina? Ti senti stanco soprattutto in un certo momento della giornata? Ti svegli sempre di notte allo stesso orario?

Tutti questi eventi apparentemente inspiegabili potrebbero dipendere dalle caratteristiche della circolazione energetica all’interno del tuo organismo e, in particolare, a qualche disarmonia a carico di un determinato meridiano-organo.

Conoscere i ritmi scanditi dal nostro orologio energetico potrebbe essere utile per comprendere alcune manifestazioni che si presentano abitualmente in un orario o, anche, per fare piccole modifiche al nostro stile di vita in modo da migliorare il nostro benessere.

 

La teoria

Secondo la teoria medica cinese il Qi si muove nel nostro organismo – durante il ciclo di 24 ore –  con uno schema preciso che

  • parte dal primo agopunto del meridiano del Polmone  LU1 (Zhong Fu)
  • arriva all’ultimo punto del Meridiano del Fegato, l’agopunto LV14 (Qi Men)

per poi ricominciare da capo, secondo le regole dell’orologio energetico che vedremo più avanti.

orologio energetico

Anche se il Qi è sempre presente in tutti i Meridiani (premessa indispensabile per la vita), ciclicamente e per una durata di 2 ore si concentra specificamente su un singolo Meridiano alla volta, per poi passare a quello successivo.

Questo momento viene definito periodo di massima attività in cui il Meridiano e l’Organo-Viscere associato viene maggiormente nutrito dal Qi.

Esattamente 12 ore dopo, l’Organo-Viscere si troverà nel periodo in cui l’energia è, invece, al suo minimo.

L’intero processo viene chiamato circolazione energetica o anche  “marea energetica“.

Vediamo di seguito quali sono le funzioni della circolazione energetica svolte nelle 24 ore e quali sono le attività che possiamo provare a favorire per il nostro benessere.

 

L’orologio energetico nelle 24 ore

3.00 > 5.00 – Dallo Yin allo Yang. Il Polmone raccoglie il Qi e lo invia verso il basso

orologio energetico

La circolazione energetica si avvia alle 3 del mattino.

Il Polmone è il Meridiano che per primo viene coinvolto dal flusso di Qi per due ore in un orario in cui noi  ancora dormiamo ma la notte si sta trasformando già in giorno.

Questo è il momento in cui si passa dallo Yin (notte) allo Yang (giorno).

Il Polmone “raduna i 100 mai“, ovvero tutti i Meridiani, gli organi, apparati etc  e stabilisce il ritmo della futura giornata.

Il Polmone (“Maestro del Qi“) invia il Qi verso il basso affinché possa essere accolto dal Rene ed essere distribuito a tutti gli Zang fu.

L’energia del Polmone diffonde il Qi e con esso il Sangue in tutto l’organismo. Lo nutre e lo prepara per la nuova giornata.

La qualità del sonno è determinante per consentire al Polmone di raccogliere l’energia necessaria alle sue funzioni. Per questo è necessario dormire in modo sufficiente in termini di ore e di “qualità” (sonno profondo).

Essere svegli ed attivi in questa fascia oraria è molto dannoso per la nostra salute.

Anche nel caso in cui ci si svegli in questo orario, il consiglio è di restare comunque a letto, fare esercizi di rilassamento e respirazione profonda.

 

5.00 > 7.00 – Eliminare le scorie prima di iniziare la giornata

orologio energetico

Alle 5 del mattino e fino alle 7 il Qi riempie di energia il viscere del grosso intestino.

Queste ore del mattino sono quelle deputate all’eliminazione delle scorie attraverso la regolarità intestinale. Questa regolarità sarà favorita anche dal lavoro del Polmone svolto dalle 3 alle 5: se il Polmone non ha ben diffuso il Qi , infatti, si potrà avere stipsi.

In medicina cinese, Polmone e intestino crasso sono entrambi appartenenti all’Elemento Metallo, sono connessi nelle loro funzioni di ricezione ed eliminazione e sono in collegamento diretto tramite i Meridiani energetici.

 

7.00 > 9.00 – Nutrire il corpo con un’adeguata colazione

orologio energetico

Dalle 7 alle 9 di mattina la circolazione energetica è nella fascia oraria dello Stomaco.

Questo e il momento migliore per la colazione e il nutrimento del corpo.

Il sole è ormai sorto, inizia a crescere l’energia Yang, la stessa che aiuta il nostro organismo a trasformare e assorbire i nutrimenti.

Secondo la medicina cinese la colazione è un pasto fondamentale e dovrebbe essere abbondante, varia e cucinata. Una sorta di vero e proprio pranzo, quando possibile.

Un pasto frettoloso, fatto al bar, magari a base di lieviti, latte e caffè viene considerato inappropriato a fornire la giusta energia all’organismo e, a lungo andare, addirittura dannoso per il nostro benessere.

Il cibo assunto in questa fascia oraria sarà trasformato in energia e sangue da utilizzare per tutta la giornata e non solo. Giorno dopo giorno sarà la base del nostro benessere generale.

Non avere appetito in questo orario potrebbe indicare difficoltà dello stomaco.

 

9.00 > 11.00 – Elaborazione, estrazione dei nutrimenti… un gran lavoro!

orologio energetico

Dalle 9 alle 11 la circolazione energetica interessa la Milza.

Il suo ruolo è importantissimo in medicina cinese: essa ha l’incarico di rielaborare “ciò che è buono” dalla massa di cibo ricevuta da stomaco.

Se non abbiamo mangiato a colazione o abbiamo buttato giù un caffè e un cornetto, Milza non troverà il giusto “materiale” da cui estrarre nutrimento.

Potremmo allora sentirci particolarmente stanchi, avere raptus di fame eccessiva e nervosismo.

Si potrebbero manifestare anche gonfiori ed edema.  Stiamo perdendo l’occasione di generare nel nostro organismo energia e sangue e stiamo utilizzando un’energia “di scorta” per poter comunque continuare a lavorare, camminare e svolgere le attività del mattino.

Consumare questa energia “di scorta” non ci farà dimagrire! Anzi, probabilmente, al contrario, favorirà il sovrappeso. Metterà, infatti, il nostro organismo in una condizione di emergenza estremamente dannosa energicamente.

 

11.00 > 13.00 – E’ il momento di riposarsi un poco e introdurre nuovo nutrimento

orologio energetico

Dalle ore 11 alle ore 13 è il momento del Cuore.

La circolazione energetica è ora nel momento più Yang della giornata che coinvolte l’organo più Yang (il Cuore appartiene all’Elemento Fuoco).

In questa fascia oraria la nostra energia scorre rapida e se le condizioni sono avverse potrebbe essere eccessivamente impetuosa.  Sono da evitare, per esempio, in questa fascia oraria, situazioni particolarmente stressanti, emozioni eccessive, incontri di lavoro che ci agitano particolarmente .

Questa fascia oraria segna anche il  passaggio dello Yang allo Yin.

Un momento di riposo in questa fascia oraria aiuta a riequilibrare la nostra energia. In più, in questa fascia oraria offriremo di nuovo nutrimento al nostro organismo.

E’ il momento del pranzo che dovrà essere nutriente ma non eccessivo.

 

13.00 > 15.00 – Assimilare il “puro” 

orologio energetico

Dalle 13 alle 15 è la volta del Piccolo Intestino.

Questa è la fase dell’assimilazione del pranzo. Attraverso il Piccolo Intestino si assimilano e si trasformano le parti più importanti del cibo.

L’attività in questa fase dovrebbe essere non eccessivamente faticosa o impegnativa per il corpo.

Anche lo studio e la lettura, se svolti con eccessiva intensità, possono danneggiare questo processo di assimilazione in quanto coinvolge lo stesso tipo di energia.

Questo è il momento ideale per la cosiddetta “siesta” pomeridiana. La nostra energia, infatti è tutta impegnata dell’assorbimento dei nutrimenti.

 

15.00 > 17.00 – E’ il momento di fare. Siamo carichi di energia

orologio energetico

Dalle 15 alle 17 la circolazione energetica interessa la vescica urinaria.

Terminata la fase di riposo e recupero, assicurata la trasformazione ed assimilazione delle sostanze nutritive, possiamo riprendere le nostre attività.

Questa fascia oraria rappresenta  il momento migliore della giornata per le attività che coinvolgono il corpo e la menteinclusa l’attività sportiva.

Se si avrà avuto una buona condotta negli orari precedenti, tutto il corpo sarà connesso e ben nutrito e ci si sentirà vivaci, tonici e carichi di energia (il meridiano della Vescica collega il Cervello a tutti gli Organi).

Questo sarà valido soprattutto in inverno, quando successivamente a questo orario lo Yin inizierà ad avanzare e prevarrà il buio sulla luce. In estate, soprattutto nel caso si preferiscono attività all’aria aperta (come sarebbe anche preferibile fare) si tenga conto del caldo e ci si regoli slittando di conseguenza, con flessibilità, gli orari per l’attività fisica.

 

17.00 > 19.00 – Preservare il Rene

orologio energetico

Dalle 17 alle 19 la circolazione energetica si avvia verso la fase conclusiva e il nostro organismo inizia a fare un resoconto della giornata trascorsa.

Anche se nelle nostre metropoli uffici e attività commerciali lavorano ancora a pieno regime, siamo in realtà energicamente alla fine del giorno.

Specie in inverno il cielo è già buio e la nostra energia interessa in modo prioritario il Rene, organo di prioritaria importanza in medicina cinese, sede dello Yin e dello Yang di tutti gli organi.

In questa fascia oraria le energie iniziano a rientrare in profondità. Se non nutriamo in modo corretto il nostro cielo posteriore con le indicazioni viste fin qui, avremo consumato l’energia del cielo anteriore, il nostro Jing sarà ogni giorno più debole e ci sentiremo stanchi, in particolare in questa fascia oraria.

 

19.00 > 21.00 – Mangiare con moderazione e dedicarsi allo svago

orologio energetico

Dalle 19 alle 21 è il momento del Maestro del Cuore o Pericardio.

In questo momento serale (Yin) è bene bilanciare con aspetti che possono essere costituiti da momenti di convivialità e svago, con amici o in famiglia (Yang).

Si consiglia di mangiare con moderazione considerato che si è ormai nella fase Yin della giornata. In questa fase della giornata c’è difficoltà, da parte degli organi deputati alla trasformazione e all’assimilazione del cibo, di lavorare in modo efficace.

Inoltre, mangiare in eccesso in questa fascia oraria ostacolerebbe i movimenti del Qi e del Sangue che, invece, sono favoriti dalle situazioni di allegria e convivialità consigliate.

 

21.00 > 23.00 – Attività rilassanti. Prepariamoci per poter avere un sonno profondo

orologio energetico

Dalle 21 alle 23 la circolazione energetica sta concludendo il suo percorso e coinvolge il triplice riscaldatore o sanjiao.

Siamo alla chiusura della giornata, quindi di ciclo vero e proprio. E’ il momento della tranquillità, del riposo, dei rapporti familiari.

Lo  Yang in questa fascia oraria è pochissimo e non va consumato con attività che impegnano eccessivamente. Più opportuno, invece, dedicarsi ad attività rilassanti in grado di favorire un sonno profondo e senza interruzioni.

 

23.00 > 1.00 – Dormire profondamente per rigenerare la nostra energia

orologio energetico

Dalle 23 all’1 del mattino è il momento della Vescica biliare. Questa fascia oraria è “a cavallo” della mezzanotte e segna il passaggio dallo Yin allo Yang.

Si dice che il Legno (Elemento corrispondente a questo viscere e al Fegato che lo segue nel ciclo energetico) non dovrebbe trovarci svegli, altrimenti si pregiudica il riposo notturno.

Il Legno è simbolo di attività e dinamismo, se ci trova svegli ci fornisce eccessiva energia e vitalità e sarà più difficile dormire profondamente e recuperare così le energie.

 

1.00 > 3.00 – Proteggere il Sangue del Fegato

Dall’1 alle 3 del mattino è il momento del Fegato.

L’energia Yang nel cosmo e nel nostro organismo (connesso al cosmo) inizia a crescere. Bisogna, però, stare attenti a non sprecarla. Occorre nutrire il sangue del Fegato (Yin) se si vuole evitare manifestazioni come irrequietezza, insonnia, sonno leggero e disturbato (Yang vuoto da deficit di Yin).

 

Orologio energetico e attività consigliate nelle 24 ore

L’immagine successiva riassume le attività consigliate dalla medicina cinese nelle 24 ore.

 

orologio energetico

L’osservazione degli orari di flusso energetico è molto importante.

Nella pratica degli operatori del settore viene spesso presa in considerazione nella fase di valutazione energetica, quando alcuni disturbi si presentano sempre agli stessi orari. Questo può, infatti, essere un indizio di disarmonia a carico del Meridiano-organo interessato in quella fascia oraria o nella fascia oraria opposta (12 ore successive).

Quando possibile, è anche utile prendere in considerazione l’orologio energetico al fine del trattamento tuina o con agopuntura. Infatti, il fatto che un Meridiano sia “pieno” o “vuoto” di energia in un determinato orario offre un’occasione per rendere più efficaci i trattamenti secondo la regola che consiglia di trattare “la Pienezza” nell’ora di flusso e “il Vuoto” nell’ora di deflusso.

orologio energetico

 

Per esempio, in Cina si da molta importanza all’ora che va dalle 5 alle 7  del mattino: questa è l’ora di deflusso del Polmone (la cui ora di flusso è appunto dalle 3 alle 5), l’ora ideale, pertanto, per tonificare questo importante Organo con ginnastica ed esercizi studiati appositamente (si pensi al Taiji Quan e Qi gong eseguiti al mattino nelle piazze cinesi).

L’ora di deflusso del Polmone (dalle 5 alle 7), poi, è anche l’ora di “flusso” dell’intestino Crasso ed è per questo il “momento energetico” ideale per disperdere questo viscere regolarizzandone le funzioni.

 

 


Per avvicinarti alla teoria della medicina cinese leggi il mio libro“Medicina Tradizionale Cinese. Teorie di base per i primi passi”

medicina cinese

 


Avvertenza

La medicina cinese non è una pratica sanitaria. I disturbi citati nei miei articoli vengono considerati esclusivamente da un punto di vista energetico. I trattamenti eventualmente indicati si intendono come trattamenti energetici per favorire il riequilibrio dell’organismo e il benessere generale della persona a 360 gradi. Le indicazioni in termini di alimentazione vanno intese nell’accezione energetica della medicina cinese. Le sequenze di autotrattamento eventualmente  illustrate NON devono intese come terapia di cura, per la quale dovete rivolgervi al medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *