Bellezza in medicina cinese

Secondo la medicina cinese tutto ciò che si manifesta all’esterno è un “segno” di ciò che c’è all’interno.

Questo vale per gli “inestetismi” allo stesso modo di ogni altra manifestazione o “sintomo” (mal di testa,  mal di schiena, insonnia.

Una pelle particolarmente secca o grassa, occhiaie, brufoli, rughe etc. sono, secondo l’approccio energetico cinese, manifestazioni di disarmonie legate al Qi (Energia vitale) e al Sangue.

L’alimentazione e lo stile di vita ma anche, per esempio, le emozioni, hanno un ruolo decisivo per mantenere benessere.

Le persone irascibili tendono ad avere la pelle del viso arrossata e secca o brufoli (la rabbia genera Calore interno, il quale tende a salire verso l’alto e a consumare i liquidi).

Le persone tristi e depresse tendono ad avere rughe e pelle scura (il Qi si blocca, il Sangue non nutre la pelle); le persone particolarmente deboli e sempre stanche tendono ad avere una pelle rilassata e ipotonica.

Per migliorare l’aspetto esteriore in Medicina Cinese si lavora quindi anche sull’Energia interna.

La stimolazione dei punti di agopuntura più adatti al singolo caso, un’alimentazione mirata secondo i principi della Dietetica Cinese, l’attenzione alle proprie emozioni, sono strumenti utili per migliorare l’aspetto e, soprattutto, l’equilibrio energetico più profondo stimolando l’autoregolazione e il benessere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *